Interpretazione e voce

L’emozione come ricerca della verità scenica

Quando si intraprende un percorso formativo attoriale si nutre spesso l’aspettativa, ancor di più quando si è molto giovani, di poter accedere alle “verità assolute”, agli “imprescindibili dogmi” che daranno vita a quel favoloso prodotto finale che è l’Attore.
L’attore è più di un contenitore di tecniche. È una Persona unica ed irripetibile, un affascinante groviglio di esperienze che, sommandosi nel tempo, ne determinano una base in mutazione continua. Non è una bianca tela immacolata, una maschera neutra perfettamente levigata, ma piuttosto una tela con le fibre talvolta consumate o macchiate, un viso segnato da rughe, nei e cicatrici.
Il lavoro probabilmente più complesso per un attore è quello, quindi, di conoscere e riconoscere le proprie peculiarità, i propri “nei” e lavorare su di essi (e con essi) per esaltarli, talvolta smussarli e, quando necessario, nasconderli.

Il lavoro che ci si propone di affrontare nel modulo di studio è quello di fornire i mezzi per non cadere nella trappola del ruolo come sovrastruttura, come maschera ovvia e bidimensionale. Attraverso l’uso pratico di scene e monologhi tratti da testi moderni e/o contemporanei (scelti a seconda delle singole necessità di lavoro) si accompagnerà l’allievo nella ricerca della propria ed unica verità scenica attraverso la memoria emotiva, la sperimentazione della battuta come necessità del personaggio e l’analisi psicologica dello stesso senza tralasciare le tecniche respiratorie e di emissione vocale (armi tecniche fondamentali di ogni attore).

“Non potrei creare arte se credessi nei limiti umani”


 

Carlotta Tommasi, attrice e cantante, nasce a Roma nel 1983. Figlia d’arte, (madre cantante lirica, padre fu pianista e docente per il Conservatorio Santa Cecilia) si avvicina al mondo della musica fin da piccolissima studiando dapprima pianoforte classico e, successivamente, canto moderno.
Nel 2008 consegue la laurea in Psicologia mentre intraprende gli studi attoriali presso la scuola di recitazione “Cantiere Teatrale” diretta da P.T.Cruciani, studiando recitazione con C. Mascoli, M. Simeoli, A. Fornari, A. Fallucchi; canto con A. Greggia, A. Voce, S. Fresi e danza con L. Saraceni e I. Venantini. Prosegue la sua formazione frequentando stage di perfezionamento con Mattia Sbragia, Marco Simeoli e Giulia Randazzo (dalla quale verrà scelta per il ruolo di Clitemnestra in “Elettra e la caduta delle maschere” di M. Yourcenar nel 2013).
Nel 2009 è voce recitante in “lo Yemen raccontato dalle donne” -convegno internazionale per l’univerità “La Sapienza” di Roma – e, per la regia di E. Barresi, si esibisce in “la dodicesima notte” di W. Shakespeare. Sempre nello stesso anno porta in scena “una storia de borgata” di G. Quinto, sotto il patrocinio della Regione Lazio, presso “l’Estate Romana” del Comune di Roma. Con il regista M. Lops, nel 2011 e 2012, è attrice e cantante in “avanti il prossimo” e “la presidentessa” mentre, dal 2010 al 2014, sempre in qualità di attrice e cantante va in scena con “Il mistero del calzino bucato”, “Uno e basta”, “Standing ovation”, e “Suite 425” per la regia di M. Zadra. É performer nel musical “Orfeo agli inferi”, regia di U.Petrocelli (2010) e danzatrice in “Uccialì-tra storia e leggenda-”, performance per l’Università Popolare Mediterranea (2013) per la regia di Sabrina Camera.
Dal 2011 al 2013 studia musical theatre con C.Noschese, S.Bontempi, F.Angelini, C.Ginepro, F.Taverni e M.L.Baccarini vincendo una borsa di studio nel 2012. Nel 2013 viene selezionata per la masterclass “act, sing & audition Disney” di J.Lee presso il Teatro Nuovo di Milano e, nello stesso anno, entra a far parte del Centro Alta Formazione Teatrale di M.Bruno, con borsa di studio, dove si diploma nel 2014. Dal 2014 collabora con i registi Simone Leonardi (“R&G tutto questo è già successo”), E. Trinelli (“i triangoli neri”), M.R.Piparo (“Il Marchese del Grillo”, tourneè nazionale con Enrico Montesano), A.Colucci e R. Andolfi (Sogno di una Notte di Mezza Estate) e molti altri. Nel 2018 si diploma performer presso l’American Musical Theatre Academy di New York con borsa di studio al merito. È docente di recitazione, canto ed uso della voce in diversi corsi e stage sul territorio nazionale ed autrice e regista di diverse pièce teatrali.