Il mio è un lavoro di studio del testo. O meglio dentro il testo. Ho sempre pensato che solo passando attraverso una comprensione approfondita del testo da recitare si possa arrivare a costruire un personaggio solido.Sono la situazione in cui si è calati, le relazioni in scena, il pregresso del personaggio e le sue necessità future e le parole che si pronunciano che definiscono le caratteristiche di tutti i personaggi; siano essi i più piccoli fino ai protagonisti.Un testo per il cinema o per la televisione così come una drammaturgia rappresentano la chiave; è al loro interno che possiamo trovare tutto quello che ci serve per porre le basi sulle quali, ma solo dopo averle ben posizionate, è possibile costruire qualcosa di personale, coraggioso, finanche estremo, perché no.Ed è in questo momento che entra in gioco la fantasia: tutto quello che la nostra natura, il nostro talento e la nostra personalità mettono a disposizione per creare qualcosa di nuovo e al contempo estremamente vero, perché a noi vicino. Raccontare un’immagine, una stato d’animo è far vedere, mostrare, rendere evidente quell’immagine, quello stato d’animo. Se noi crediamo in qualcosa anche chi ci guarda ci crederà.

Diplomata presso la RADA (ROYAL ACADEMY OF DRAMATIC ART) Di Londra. Studia con Nicolaj Karpov, Emma Dante, lavora in teatro con Gabriele Lavia, Giancarlo Sepe, Walter Manfrè, al cinema con Ferzan Ozpetek, Massimiliano Bruno ed Edoardo Leo.