Il corso ha come oggetto di lavoro la costruzione del personaggio, partendo da un semplice presupposto: ogni attore, quando va in scena, deve saper proporre una propria idea, mettendo al servizio del testo la sua voce, il suo corpo, le sue abilità, ma anche la sua personalità, la sua immaginazione, il suo punto di vista e la capacità di osservare la realtà al fine di costruire un personaggio credibile. Si parte quindi dal singolo attore o ancor prima dalla persona: attitudini, fisicità, punti di forza, paure, percorso professionale. Si lavorerà in improvvisazione, su musica, su proposte degli attori e su testi assegnati andando ad approfondire la conoscenza dei propri mezzi espressivi e della propria creatività.

Si forma all’Accademia Internazionale di teatro ed è allievo di Ronconi, Binasco, Popolizio, De Francovich. Lavora in teatro con Mario Martone, Giancarlo Sepe, Tom Greder e tra i protagonisti della meravigliosa “Bisbetica Domata” di Andrey Konchalovskiy.